Nuova Super Terra situata a 100 anni luce

Nativi americani: leggende di giganti delle tribù indiane d’America
Nativi americani: leggende di giganti delle tribù indiane d’America
09/02/2018
Artico possibile disastro: una riserva di mercurio sotto i ghiacci
Artico possibile disastro: una riserva di mercurio sotto i ghiacci
10/02/2018

Nuova Super Terra situata a 100 anni luce

Nuova Super terra situata a 100 anni luce

Nuova Super Terra situata a 100 anni luce
Un nuovo esopianeta è stato scoperto grazie ad una ricerca condotta da Johanna Teske della Carnegie University. Si tratta di un pianeta roccioso, collocabile nella costellazione dei pesci, che potrebbe essere candidato come il pianeta roccioso più massiccio e denso mai rilevato.

Nuova Super Terra

Il pianeta ruota intorno alla stella GJ 9827, distante circa 100 anni luce, intorno alla quale sono stati tuttavia individuati altri due pianeti, grazie ai dati della missione Keplero.

La nuova super Terra mantiene le dimensioni standard dei tipici pianeti rocciosi presenti nella galassia ma non rientra nelle grandezze tipiche presenti nel nostro sistema solare. Di solito quando un pianeta supera un raggio di 1,7 volte quello della Terra, vuol dire che è un pianeta che ha un involucro gassoso, come ad esempio Nettuno, mentre quelli con raggi più piccoli sono rocciosi, come la Terra.

Secondo alcuni scienziati, la differenza sta nella fotoevaporazione, un effetto che fa sì che i pianeti più piccoli perdano i propri strati esterni, tuttavia ulteriori ricerche devono confermare questa ipotesi.

La stella GJ 9827 vanta tre pianeti (almeno tra quelli scoperti finora): GJ 9827 b, con un raggio di 1,64 volte quello della Terra, GJ 9827 c, con un raggio di 1,29 e GJ 9827 d, con un raggio di 2,08.

Le osservazioni effettuate anche tramite spettrografo, indicano poi che GJ 9827 b vanta una massa di circa otto volte quello della Terra; questo dato in particolare lo renderebbe come uno dei pianeti “super Terra” più massicci e densi mai scoperti finora. Per quanto riguarda gli altri due pianeti, GJ 9827 c dovrebbe avere una massa di circa due volte quella della Terra mentre GJ 9827 d vanterebbe una massa di quattro volte quella della Terra.

Questi dati indicano, che GJ 9827 d ha un involucro volatile significativo, tuttavia sono necessarie altre osservazioni per una analisi approfondita sulla composizione di questi pianeti.

Fonte: notiziescientifiche.it – Autore Giulia Esposito
Per approfondire: carnegiescience.edu ; arxiv.org
Fonte IGM:wikipedia.org
Può interessarti anche: llustrisTNG la più grande simulazione dell’Universo mai realizzata

Inline
Seguici anche su Facebook!
il tuo contributo è importante
Inline
Seguici anche su Facebook!
il tuo contributo è importante